Mese: marzo 2008

Il somaroconiglio

di Carlo Cenini a Fernando e Luce Il 16 luglio 1819, il poeta inglese George Byron si trovava a Jesolo, vicino a Venezia, per visitare le rovine dell’antica cattedrale di Santa Maria Maggiore; giunto dove un tempo sorgeva l’edificio, Byron notò un folto gruppo di uomini affaccendati intorno ad un cumulo di macerie. Dalla concitazione…

Idillio Forsennato: Arno Schmidt

di Stefano Zangrando C’è una poesia di Günter Eich, poeta e drammaturgo tedesco tra i fondatori del Gruppo 47, che è considerata emblematica dell’istanza rifondatrice del linguaggio poetico della Trümmerliteratur, la «letteratura delle macerie» che si sviluppò in Germania nell’immediato dopoguerra. S’intitola Inventario e comincia così: «Questo è il mio berretto, / questo è il…

Lo scultore

di Fernando Arrabal Che fai, scultore, perduto nelle gallerie d’arte? Ti faranno marcire, sarai castrato, digerito. Barbaro e analfabeta, se non stai all’erta ti trasformeranno in un cittadino illustre. Ieri hanno esposto Van Gogh, l’altro ieri pubblicato Rimbaud, la sera messo in scena Artaud, oggi è il tuo turno.